DIDATTICA: LABORATORIO SCULTURE IN EQUILIBRIO 2017

Collage delle 38 SCULTURE IN EQUILIBRIO 2017 in creta e pietre dei bambini del ciclo primario.

"Quando l'artista modella una testa, sembra solo riprodurre la superficie visibile; in verit√† egli raffigura quel che √® 
propriamente invisibile, ossia il modo in cui questa testa guarda nel mondo, soggiorna nell'aperto dello spazio, 
vi viene coinvolta da uomini e cose." ◆ Martin Heidegger, Osservazioni su Arte - Scultura - Spazio, 1964.

Fra aprile e maggio 2017 si sono svolte le attivit√† del nuovo "LABORATORIO DI SCULTURE IN EQUILIBRIO - Percorso psicosensoriale per bambini e bambine" con le le classi 3¬™, 4¬™, 5¬™ del ciclo primario, sezione francofona della Scuola per l'Europa di Parma.

LABORATORIO LAND ART E SCULTURE DI PIETRE IN EQUILIBRIO 2016
Questo corso si pone in continuit√† con il precedente LABORATORIO LAND ART E SCULTURE DI PIETRE IN EQUILIBRIO 2016 che ne costituisce la fase preparatoria; il testo che lo introduce √® funzionale per capire l'evoluzione e il progetto nel suo insieme. I due corsi sono effettivamente due fasi interconnesse di un unico laboratorio che prende ispirazione da un' idea del 2015 (il "Pensatore") e da un progetto che si realizza sul versante della sperimentazione negli STUDI PER SCULTURE IN EQUILIBRIO 2017, tuttora in divenire, mentre per ci√≤ che riguarda la didattica si realizza nei lavori dei bambini presentati in questa pagina.  


"Pensatore", creta e pietre, 2015
STUDI PER SCULTURE IN EQUILIBRIO 2017
In sintesi, nella prima fase del 2016 durata tre mesi, i 60 bambini coinvolti hanno conosciuto in forma multimediale il mondo della Land Art e dei suoi artisti di spicco sparsi per il mondo; hanno imparato le tecniche fondamentali di bilanciamento delle pietre; hanno fatto esperienza di arte visiva con il disegno dal vero esplorando volumi, luce e produzione di figure inerenti il lavoro che stavano svolgendo, sperimentando l'osservazione tecnica e estetica delle composizioni di pietre, ci√≤ li ha preparati all'idea di un approccio interattivo fra diverse discipline artistiche; hanno infine fatto esperienza di come si realizza una documentazione fotografica indispensabile per conservare le composizioni effimere attraverso un' immagine. (Per un approfondimento circa le potenzialit√† didattiche e di apprendimento con le pietre in equilibrio vedi il laboratorio 2016). 
Tutti questi step sono stati dunque propedeutici affinché i bambini arrivassero preparati alla successiva fase di lavoro, il LABORATORIO DI SCULTURE IN EQUILIBRIO 2017 che avrebbe implicato anche l'utilizzo della creta.

AUDREY, classe 3ª, "L'albero di pietre".
Tenendo ben presenti le finalit√† del progetto, le attivit√† sono iniziate con un' introduzione di carattere generale sul mondo della creta: storia, strumenti, tecniche di base, composizione, versatilit√† e utilit√† in campo artistico. Non si trattava infatti di produrre con la creta un manufatto generico, ma una figura che potesse armonizzarsi con le pietre dal punto di vista estetico e dei contenuti e, contemporaneamente, che fosse predisposta fisicamente ad accogliere le pietre: punti d'appoggio adeguati, ritenzioni/imperfezioni ecc... Per avvicinarsi il pi√Ļ possibile a questo obiettivo, √® stato necessario elaborare un progetto individuale che ogni bambino ha pensato e realizzato seguendo alcune indicazioni tecniche illustrate nello step sulla creta. Si √® adottato un metodo dove la libert√† creativa dovesse muoversi all'interno di alcune precise regole. Per molti il progetto si √® tradotto in uno o pi√Ļ disegni, altri hanno scelto un'immagine digitale o semplicemente fissata nella mente. 


Foto di gruppo classe 4¬™ di sculture in equilibrio 
con riproduzioni di vasi creci su carta. 
La maggior parte dei bambini non aveva mai interagito con la creta eppure, con le dovute indicazioni tecniche e il progetto ben chiaro nella mente, il gusto di modellare una materia così plastica e primordiale ha preso il sopravvento rivelando una innata, seppur ingenua, abilità manuale. Dopo la prova progettuale i bambini si sono dunque impegnati nella pratica di modellazione della creta che esige, diversamente dalle pietre, tutta un'altra serie di regole, abilità ed equilibri formali che si traducono in nuovi apprendimenti: dalla pura manualità plastico-scultorea che implica la tridimensionalità e il senso delle proporzioni, alla capacità di riprodurre un pensiero astratto con e nella materia.

Una volta asciugati i manufatti si √® potuto iniziare con i bilanciamenti di pietre sopra le sculture in cretaPer realizzare questo ulteriore step fatto di abilit√† manuali e ingegno artistico, √® stato fondamentale che i bambini avessero gi√† acquisito le tecniche delle pietre in equilibrio nel precedente LABORATORIO 2016 e che potessero dimostrare una certa sicurezza nel comporre con la sola "colla" disponibile: la gravit√†. Bilanciare su una scultura in creta implica un'attenzione molto particolare, soprattutto se non √® ancora stata cotta in forno. Il margine di errore tollerabile √® molto basso anche se varia da caso a caso. Il fatto √® che le pietre possono cadere in qualsiasi momento durante la ricerca dell'equilibrio, spezzare parti pi√Ļ o meno rilevanti della scultura e compromettere il lavoro. Alcuni accorgimenti tecnici illustrati durante il corso, una totale concentrazione unita a precisione e delicatezza sono stati la password per accedere al baricentro dell'equilibrio.

OUSMANE, classe 5¬™, 
"Il battello delle merci", (dettaglio)
Sul lato della composizione, sono state selezionate le pietre sulla base del progetto iniziale, le pi√Ļ adatte ad armonizzarsi con le strutture gi√† predisposte nella scultura in creta, in modo da creare fra pietre e creta un rapporto coerente dal punto di vista della forma e del contenuto. √ą proprio in questo rapporto fra le pietre e la creta che si trova l'atto creativo, in un tessuto di interferenze e corrispondenze, in uno spazio dove la dimensione della creta con la sua incredibile plasticit√† si fonde con la dimensione delle pietre, immobili e severe rappresentanti della gravit√†. Questa particolare unione fra modellato e bilanciato non √® solo una prospettiva comune fra i due orizzonti che rimarrebbero distinti, l'incontro crea un nuovo orizzonte nel mezzo, ibrido creta-pietra, che possiede una direzione propria.
Alla creazione i bambini hanno dato poi un titolo che esprime la loro personale visione, a volte coincide con il progetto iniziale, altre è la conseguenza di una strada intrapresa che li ha portati verso un risultato del tutto inatteso.
MATTHEO, classe 5¬™, prove tecniche 
del "Vulcano che pensa".

Seguire molti bambini di diverse et√† e nazionalit√† (materna + ciclo primario) per un periodo di tempo cos√¨ prolungato √® stata un'esperienza certamente unica nel panorama delle pietre in equilibrio. Ci√≤ mi ha permesso di raccogliere indicazioni relative al loro apprendimento in questa disciplina, in particolare circa l'evoluzione tecnica e l'intuizione artistica dei bambini, ma che sono difficilmente comunicabili in poche immagini e parole: una nuvola di sensazioni e idee di cui rimangono qui solo briciole digitali ma che fanno intuire, spero, la potenza di questi mezzi espressivi semplici, argilla e pietre messi a disposizione dalla natura, che possono essere utilizzati come strumenti ludici e didattici. Equilibri per Equiliberi.



_______________

CLASSE 5ª
Assemblaggi di sculture, equilibrismi in libertà - Equiliberi...

"Con l'acrobata, molto tempo fa, è iniziata l'infiltrazione dell'elemento radicalmente artistico nella sfera dell'umano. L'acrobata è un essere vivente che è soggetto a continui addestramenti e che esegue sul proprio corpo degli adattamenti all'improbabile: l'acrobatica è la somatizzazione dell'improbabile."
◆ Peter Sloterdijk, Devi cambiare la tua vita, 2009.

MATTEO
"Dritto verso il paradiso"
FRANÇOIS
"Il Buddha"
KENIE
"La balena incantata"
CATERINA
"La mia capanna magica"





ELISE
"Gli animali pazzi"
ELLA
"Gli asteroidi"
FELIX
"Il servitore di pietre"
NOEMI
"La tartaruga equilibrista"





THEO
"Il vulcano che pensa"
OUSMANE
"Il battello delle merci"


FRANCESCO
"Drago infernale"


FLAVIO
"Architettura sospesa"
Il progetto di Flavio.




Lavori in corso - step creta.
Lavori in corso - step bilanciamenti di pietre su scultura in creta.


Il laboratorio della classe 5ª è stato realizzato in collaborazione con l'insegnante Zohra Bennamane.


CLASSE 4ª
Dettagli sculture in equilibrio classe 4ª
"La sola legge della creazione √® che il composto debba sostenersi da solo. La cosa pi√Ļ difficile per l'artista √® farlo stare in piedi da solo. [...] C'√® una possibilit√† dell'arte che non ha niente a che vedere con la possibilit√† fisica e che d√† alle posture pi√Ļ acrobatiche la forza di stare in equilibrio." ◆ Gilles Deleuze - F√©lix Guattar√¨, Che cos'√® la filosofia?, 1991.

ARION
"Il vortice"
COSIMO
"Cubismo rotondo"
KETTY
"Donna in equilibrio"
GIULIA
"Il drago pensatore"

NAOMI
"L'angelo che pensa"
MATTEO
"Se mi cade addosso..."
THEODORA
"L'emozione"
FALLOU
"Marcello équilibrartiste"

EPHRA√ŹM
"Il vecchio pensatore"
OUSMANE
"L'orso pensieroso"
RAYANE
"Napoleone e il minion
cavalcatore del drago"


















Lavori in corso - step creta.
Lavori in corso - step bilanciamenti di pietre su scultura in creta.

Il laboratorio della classe 4ª è stato realizzato in collaborazione con l'insegnante Cathy Bouvet.


CLASSE 3ª
Le mani dei bambini al termine della lavorazione delle sculture in creta.
"Ci√≤ che caratterizza il conoscere di Leonardo da Vinci √® questo: egli √® tutto occhio e mano: ci√≤ che per lui √®, deve essere visibile, e ci√≤ che egli conosce, deve essere prodotto con la mano." ◆ Karl Jaspers, Leonardo come Filosofo, 1953.

ANTONIN
"Il trofeo dell'equilibrista"
AUDREY
"L'albero di pietre"
ARIELLE
"Geometricamente"
LILYA
"Mondi infiniti"

ANNE LORE
"Il gufo pensatore"
GIOVANNI
"Il segreto della casa"
NANOU
"Igloo immaginario"
AIMEE
"Occhi di Vulcano"

VITO
"La moto di cupido"
NOLA
"Pietre di palma"
SAISHA
"Il viaggiatore della fantasia"
NICOLAS
"Il gatto giocoliere"

AMIR
"Collezionista di pensieri"
JASPER
"Super astronauta"


SAMBA
"Il ponte fra il canguro e il cane"

Dettaglio del casco con elica del
"Super astronauta" di JASPER

Progetti della classe 3¬™ per la realizzazione delle sculture in creta.

Lavori in corso - step creta e sculture in fase di essiccazione.

Lavori in corso - step bilanciamenti di pietre su scultura in creta.


Il laboratorio della classe 3ª è stato realizzato in collaborazione con l'insegnante Hanane Debboun.

___


(Torna alla pagina DIDATTICA)