DIDATTICA: LABORATORIO DI ARTE DEI CIOTTOLI ( PEBBLE ART ) 2017



Fra marzo e aprile 2017 si sono svolte le attività del "LABORATORIO DI ARTE DEI CIOTTOLI ( PEBBLE ART ) - Percorso psicosensoriale per bambini e bambine" con la classe materna e le classi 1ª e 2ª del ciclo primario, sezione francofona della Scuola per l'Europa di Parma.


"Le caprette che si arrampicano sull'albero",
MARDOCHEE, classe 2ª
Il corso di "arte dei ciottoli" si pone in continuità con il precedente LABORATORIO LAND ART E SCULTURE DI PIETRE IN EQUILIBRIO (febbraio-giugno 2016) sia per l'utilizzo dei materiali naturali, sia per la ricerca dell'equilibrio compositivo (sulle potenzialità dell'utilizzo di materiali non strutturati, in particolare le pietre, avevamo già approfondito nel laboratorio del 2016). Attraverso l'arte dei ciottoli, che consiste nel creare forme e narrazioni dove i ciottoli rappresentano il medium principale, i bambini hanno potuto fare esperienza di un altro tipo di equilibrio: dalla composizione di pietre nel precedente corso che basava la sua peculiarità sulla dimensione della forza gravitazionale, alla composizione per accostamento di forme, creazioni di storie e figurazioni con pietre più piccole, i ciottoli. Come accade per tutti i laboratori di gravityover.com il corso ha alternato teoria e pratica. La teoria si avvale dell'utilizzo di strumenti multimediali (LIM) che hanno permesso di introdurre il mondo della pebble art attraverso le immagini dei lavori di artisti di tutto il mondo.


"La corsa del coniglio", EWAN, classe 1ª 
Per la realizzazione dei quadri sono stati utilizzati ciottoli di diverse origini, da quelli piatti e arrotondati in marmo ai ciottoli ovoidali in quarzo bianco dell'isola di Milos, passando per un'ampia varietà di sassolini dei fiumi del parmense dalle forme più disparate. Raccontare la diversa provenienza dei materiali ha consentito di spaziare geograficamente in luoghi di interesse storico e artistico (Cave di Marmo di Carrara), geologico (Arco vulcanico dell’Egeo), naturalistico (Parco fluviale del fiume Taro) e di arricchire la visione del lavoro con spunti e nozioni multidisciplinari. Oltre ai ciottoli sono stati utilizzati rametti di fiume (Driftwood) e "vetri di mare" levigati (sea glass). A questi materiali i bambini hanno aggiunto piccoli dettagli con la matita: ciuffi d'erba, raggi del sole, fili da pesca, zampette e becchi per gli uccellini ecc... I lavori sono realizzati su cartoni telati 24x30cm e gli elementi incollati in modo permanente una volta decisa la figurazione. 

"L'orco che voleva scendere dal fagiolo magico"
JEANNE, classe materna.
La grande varietà di tipologie e di combinazioni delle pietre unita all'immaginazione priva di schemi, ha permesso loro di sviluppare rapidamente il contenuto desiderato, la rappresentazione della capacità di esprimere esperienze e sensazioni in modo creativo ed efficace. L'arte dei ciottoli si è rivelata funzionale nel favorire le capacità di concentrazione, la ricerca dell'equilibrio formale della figurazione e nello stimolare il coinvolgimento motivazionale dei bambini e lo spirito di gruppo: consigliarsi nell'ideazione di elementi del quadro o scambiarsi le piccole pietre per le proprie scelte compositive: chi un ovetto per realizzare un "palloncino" in cambio di un "becco" per la gallina dell'orco, chi un bastoncino -tronco d'albero- in cambio dei "vetrini" per fare gli occhi di un "bimbo magico" ecc... 
In particolare i 19 bambini della classe materna hanno sviluppato scene narrative della favola "Jack e la pianta di fagioli", imparando a riconoscere nei ciottoli -e a comporre attraverso di essi- forme analoghe a elementi della storia, rappresentando                                                                              un contenuto che si esprime anche nel titolo da loro scelto.
________________________________________________________________________________________________________

Classe 2ª


"La perfezione non si ottiene quando non c’è più nulla da aggiungere, ma quando non c’è più niente da togliere." 
Antoine de Saint-Exupéry




YASMINE
"In tenda"
HELENE
"Il coniglio dei palloncini"
IMAN
"La tartaruga che va al mare"
MARDOCHEE
"Le caprette che s'arrampicano sull'albero"

ANAHELLE
"La vecchia donna"
STELLA
"Il coniglio solitario"
CAMILLA
"Gli uccelli che salgono la montagna"
LODE
"Gli animali amici che prendono il sole"

GASPARD
"Il pescatore"
ARNAUD
"La corsa delle barche"
VICTOR
"Il cavaliere che protegge tutti"
ELIAS
"I due ragazzi fanno la gara"
ADRIEN
"Il cavallo e il gatto"

SERENA
"Il cervo che cerca un amico"

 Il laboratorio della classe 2ª è stato realizzato in collaborazione con l'insegnante Jeannine Maradini.

Classe 1ª


"Vedere un mondo in un granello di sabbia e un paradiso in un fiore selvatico, tenere l’infinito nel palmo della mano e l’eternità in un’ora." William Blake




HIBA
"Il bambino magico"
KHADI
"Un coniglio e un fiore"
LUISA
"La farfalla e il fiore"
VICTOR
"Il faro luminoso"













EWAN
"La corsa del coniglio"
ARIEL
"L'uccello a casa sua"
MOUSSA
"Il leone e l'albero magico"
EUNICE
"La macchina magica"

BELEN
"Le orme dell'orso"
FATIMA
"Il bambino volante"
EMIL
"Turbinio di fuoco"
CAMELIA
"La più bella Hello Kitty"

MATTIA
"Il pescatore"
YASMINE
"La bambina che gioca"
NINA
"Il fiore in mezzo alla notte"



Il laboratorio della classe 1ª è stato realizzato in collaborazione con l'insegnante Diane Uyttenhove.

Classe Materna


"Osserva un bambino che raccoglie conchiglie e ciottoli sulla spiaggia: è più felice dell’uomo più ricco del mondo. Il suo segreto? Vive nel momento presente, si gode il sole, l’aria salmastra della spiaggia, la meravigliosa distesa di sabbia. È qui e ora. Non pensa al passato, non pensa al futuro. E qualsiasi cosa fa, la fa intensamente, ne è così assorbito da scordare ogni altra cosa." Plotino




JEANNE
"L'orco che voleva scendere dal fagiolo magico"
IBRAHIMA
"L'albero e Jack"
SAIFEDINE
"Il gigante schiacciato"
ARIS
"Jack e la sua mamma"

DALHIA
"L'orco vuole salire sulla pianta magica"
YAELYN
"Jack che si arrampica sulla pianta magica"
ZAKARIA
"Il fagiolo magico e l'arpa d'oro"
ELIOT
"Jack e la casa dell'orco"

YOSEPH
"Jack e l'arpa"
RANIA
"Jack e l'arpa magica"
CHRISTIAN
"Il sole che fa crescere la pianta di fagioli"
NOAH
"Jack e la moglie dell'orco"

YOLAN
"Jack e il fagiolo magico"
MAELYS
"Il giardino dei fiori"
EVA
"Jack e la gallina dell'orco"
LESLIE
"Jack, la pianta di fagiolo e la gallina dell'orco"

DAVIDE
"Jack corre verso la pianta magica"
DAFNÈ
"I fiori del giardino di Jack"
MAMADOU
"Senza titolo"


Il laboratorio della classe materna è stato realizzato in collaborazione con le insegnanti 
Delphine Petelet e Veronique Christophel.


(Torna alla pagina DIDATTICA)